FURTI TIR IN ITALIA. Se ne rubano quasi 2500 l’anno e se ne recuperano solo il 40%. La ricerca Viasat Group

Dalla nuova edizione della Guida alla Sicurezza di Viasat Group, di prossima pubblicazione, emerge che nel nostro Paese – secondo gli ultimi dati della Polizia di Stato – “spariscono” 2.435 Tir all’anno (2020). Nulla cambia rispetto agli anni passati circa le Regioni più “pericolose”: la Puglia continua ad essere quella più a rischio d’Italia con 541 furti l’anno. Seguono Lombardia (331) e Campania (282). Via via tutte le altre: Lazio (272), Sicilia (188), Emilia Romagna (133).

Anche sul fronte dei ritrovamenti, le notizie non sono affatto positive. Si recuperano solo il 40% di quelli rubati, un dato questo in linea con gli anni passati. Solo Puglia, Marche e Molise hanno una percentuale pari o superiore al 50%. Tutte le altre sono ben al di sotto. E anche quando il Tir viene recuperato, è già stato molto spesso “ripulito” dei beni che trasportava.

“L’intero sistema connesso al trasporto di merci su strada – commenta Gianni Barzaghi, Responsabile della BU Fleet di Viasat – è da sempre fortemente condizionato da pesanti perdite dovute a bande organizzate di ladri, rapinatori, banditi che rappresentano il vero e principale freno del commercio”.

Come ci si difende? La tecnologia è uno degli strumenti più efficaci per combattere questi gesti criminali. Il monitoraggio e la tracciabilità in tempo reale di Tir, camion e furgoni è un modo efficace per contrastare i furti, non appena si verificano, ovvero quando i veicoli effettuano fermate impreviste o deviano dal percorso pianificato. Le soluzioni che oggi Viasat mette a disposizione del settore ne testimoniano la validità facendo registrare, rispetto ai numeri nazionali, meno furti e una percentuale sensibilmente maggiore di veicoli ritrovati. 

Leggi il Comunicato Stampa