Media

News

INCIDENTI STRADALI, LE RACCOMANDAZIONI DEL CONSIGLIO EUROPEO

Standard di sicurezza più elevati per gli autocarri nuovi, accesso limitato ai camion nei centri urbani, protezione degli utenti vulnerabili dall'interazione con i veicoli merci, interventi su eccesso di velocità, guida in stato di ebbrezza, affaticamento, distrazione, mancato uso della cintura di sicurezza. Sono queste le principali raccomandazioni che il Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti (ETSC, organizzazione no-profit indipendente con sede a Bruxelles, impegnata nella riduzione di morti e feriti nei trasporti in Europa) rivolge a istituzioni europee, Stati membri, governi e autorità locali, nella nuova relazione sulla sicurezza del trasporto merci su strada.

“Nell'Unione europea - si legge nella relazione - un quarto (il 25%) dei morti per incidenti stradali sono conseguenza di eventi che coinvolgono i veicoli per il trasporto merci.”  Il Consiglio sollecita, dunque, l’adozione di standard di sicurezza più elevati per i nuovi autocarri (l'UE ha convenuto di aumentarli a partire dal 2026: parabrezza più grandi e pannelli trasparenti nelle portiere, perché i conducenti possano vedere più facilmente gli altri utenti della strada; installazione sistemi di rilevamento di pedoni e ciclisti) e raccomanda alle autorità locali di attuare, nel breve termine, misure volte a garantire la sicurezza sulle strade soprattutto per gli utenti vulnerabili, citando ad esempio città come Londra, che limitano l'accesso ai centri cittadini ai camion, in base ai loro standard di sicurezza. 

"Nelle ultime settimane della pandemia COVID-19 – continua la relazione dell’ETSC - abbiamo visto città di tutta Europa adattare rapidamente le infrastrutture stradali per soddisfare l'aumento della domanda di ciclismo e camminata. Ciò dimostra quanto sia relativamente semplice introdurre misure salvavita, e anche quanto sia importante la volontà politica di realizzare rapidamente il cambiamento.”

I costruttori di autocarri, così come i Telematics Service Provider (TSP), propongono frequentemente nuove tecnologie che mirano a ridurre il numero di incidenti stradali. In tal senso Viasat Fleet mette a disposizione dei propri Clienti la suite TMS - Transport Management Solutions per garantire la sicurezza completa al veicolo e dei suoi occupanti.

Viasat Fleet Management Solutions

Integriamo soluzioni hi-tech e servizi di telematica satellitare per il Fleet Management, garantendo ai gestori delle flotte i massimi livelli di assistenza, protezione, sicurezza e risparmio per i mezzi, le merci e le persone.

Per informazioni

Area commerciale:  800 729 100
Centrale Operativa: 06 43000
 
Email: fleet@viasatonline.it

 

VIASAT GROUP S.P.A. è associata a TAPA - Transported Asset Protection Association

Contatti

Viasat S.p.A.

V. Tiburtina, 1180 – 00156 Roma
Tel: +39 06 43.98.81
Fax: +39 06 412.06.007

V. Aosta, 23 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel: +39 011 456.02.01
Fax: +39 011 451.47.80

P.IVA: 01916221003